Definizione

I farmaci generici sono medicinali il cui principio attivo, già ampiamente utilizzato in terapia, non è più coperto da brevetto.
Sono bioequivalenti alle specialità medicinali da cui derivano e quindi intercambiabili.
Sono commercializzati senza marchio e senza nome di fantasia, ma con la Denominazione Comune Internazionale (D.C.I) del principio attivo, seguita dal nome del Ditta Produttrice.

Ai sensi della legge 8 agosto 1996, n.425 (art.1 comma 3), si definiscono come generici i farmaci con le seguenti caratteristiche:

  • Protezione brevettuale scaduta;
  • Denominazione Comune Internazionale (D.C.I.) oppure denominazione scientifica seguita dal nome del produttore;
  • Bioequivalenza rispetto ad una specialità autorizzata, con uguale composizione in termini di principi attivi, forma farmaceutica ed indicazioni terapeutiche.

Il farmaco generico deve superare gli stessi controlli di qualsiasi altro medicinale prima di ottenere l'autorizzazione alla commercializzazione da parte del Ministero della Sanità, che assicura l’assenza di differenze di qualità, efficacia e sicurezza tra la specialità medicinale ed il farmaco generico.


Prescrizione

I farmaci generici non possono avere nomi di fantasia, ma prendono il nome della Denominazione Comune Internazionale del principio attivo, seguito dal nome dell'Azienda che li produce e ne garantisce i requisiti di qualità.
Nella prescrizione del generico il medico può anche non indicare il nome della ditta produttrice.
I farmaci generici sono prescritti con le stesse modalità dei farmaci tradizionali.

Per i farmaci in questione, la legge prevede che il farmacista debba informare e possa sostituire il farmaco prescritto con uno uguale avente il prezzo più basso, qualora il medico non abbia espressamente indicato sulla ricetta la non sostituibilità del farmaco (ad esempio apponendo la dicitura "NON SOSTITUIRE").
In questo caso, come nel caso in cui l'assistito non accetti la sostituzione da parte del farmacista, tutti i cittadini sono tenuti al pagamento dell' eventuale differenza tra il prezzo del farmaco erogato ed il prezzo di rimborso fissato dall' Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) per i farmaci equivalenti (farmaci generici e farmaci non più coperti da brevetto). Fanno eccezione i pensionati di guerra titolari di pensione vitalizia e detenuti ed internati ex art. 1, legge 230/99, e gli invalidi vittime di atti di terrorismo e delle stragi di tale matrice (legge 206/2004, legge 244/2007).


Nuova guida AIFA sui medicinali generici

L’AIFA ha pubblicato la guida “Medicinali Equivalenti - Qualità, sicurezza ed efficacia” per fornire a medici, farmacisti e pazienti uno strumento di rapida consultazione sui medicinali equivalenti.
La guida si pone l’obiettivo di fugare i dubbi e le perplessità che ancora persistono rispetto a questa importante risorsa terapeutica, sfatando molti preconcetti e “falsi miti” sui farmaci equivalenti.
Guida AIFA sui medicinali equivalenti.


Prezzi di rimborso della REGIONE TOSCANA

Vedi elenco elenco allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Del-GRT-1015-17.10.2016.pdf)Del-GRT-1015-17.10.2016.pdfPrezzo di rimborso dei medicinali: modifica delibera GRT n.916 del 19-09-201685 kB
Scarica questo file (ALLEGATO-Del-GRT-1015-17.10.2016.pdf)ALLEGATO-Del-GRT-1015-17.10.2016.pdfALLEGATO Del. GRT 592/2016180 kB