usl7news verdeQuando una persona affronta una malattia cronica come il diabete diventa fondamentale acquisire e mettere in pratica una serie di competenze utili per migliorare la qualità della propria vita. A questo obiettivo mirano i due cicli di incontri realizzati presso la Casa della Salute di Abbadia San Salvatore da quattro infermieri con formazione specifica insieme ad nutrito gruppo di pazienti diabetici della zona Amiata Val d’Orcia. I programmi di autogestione del diabete appena conclusi ad Abbadia, sei incontri settimanali della durata di due ore e mezza ciascuno, sono sviluppati dall’Università di Stanford- Patient Education Research Center che da anni sostiene programmi di Self Management - quale azione del Chronic Care Model - per contenere le problematiche connesse alla cronicità. L’empowerment dei pazienti diabetici si realizza attraverso interventi mirati degli infermieri-conduttori su temi come alimentazione sana, attività fisica, gestione dello stress, controllo della glicemia, gestione delle complicanze della malattia, comunicazione, emozioni difficili, farmaci, collaborazione con gli operatori sanitari, soluzione dei problemi, piani d'azione.

I corsi di autogestione del diabete, che fanno parte del progetto finanziato dal Ministero della Salute di cui la Regione Toscana è capofila in Italia, hanno finora coinvolto complessivamente più di cento persone (in prevalenza maschi fra i 50 e i 75 anni) nelle quattro Zone-distretto della provincia di Siena, impegnando 14 infermieri-conduttori . Il successo dell’iniziativa è testimoniato dai numerosi ringraziamenti giunti dai pazienti, soddisfatti soprattutto per aver raggiunto una maggiore consapevolezza e autocontrollo dei diversi aspetti della loro patologia.