ospedale amico bambiniGrande festa per mamme, bambini e professionisti dei due ospedali di Nottola e Campostaggia, oggi, per la consegna delle pergamene di riconferma dei due percorsi nascita “Ospedale amico del bambino”.

Elise Chapin, responsabile Ospedali & Comunità Amici dei Bambini del Comitato italiano per l'UNICEF ha presenziato al mattino a Campostaggia e al pomeriggio a Nottola per la consegna delle pergamene.

I due ospedali del territorio senese di Nottola e Campostaggia erano stati confermati nell’elenco dell’Organizzazione Mondiale della Sanità - UNICEF “Ospedale Amico dei Bambini” che sostiene l’allattamento al seno materno e la corretta nutrizione del neonato in una visita ufficiale da parte della commissione lo scorso novembre.

Grazie all’impegno e alla convinzione del personale dedicato ai due percorsi nascita, l’azienda USL7 è stata la prima azienda in Italia ad avere ben due strutture inserite nell’elenco internazionale OMS-UNICEF degli ospedali amici dei bambini, progetto pilastro per la tutela della nutrizione dei neonati in tutte le parti del mondo.

Per Campostaggia si tratta della riconferma dopo 8 anni dall’entrata nella lista degli ospedali Amici dei Bambini; per Nottola gli anni sono ben 13 dalla prima volta nel 2002 quando fu il primo ospedale in Toscana. Nel 2013 era stato siglata dall’Azienda, alla presenza della Dr.ssa Elise Chapin responsabile Ospedali & Comunità Amici dei Bambini del Comitato italiano per l'UNICEF, la nuova policy aziendale sull’allattamento al seno materno dei neonati, quale impegno qualificante dei due punti nascita di Nottola e Campostaggia. Si era aderito al Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno che pone delle restrizioni in modo che nessun sostituto sia reclamizzato o promosso mediante sconti, offerte speciali, campioni gratuiti, forniture gratuite agli ospedali. Infine, come previsto dall’ultimo piano sanitario regionale si era pianificata la formazione di tutto il personale del settore e la realizzazione del piano che prevedeva il rooming-in 24 ore su 24.


Luigi Vispi


campostaggia unicef 3


pergamena consegnata Unicef alle mamme