Stampa
uslsudestTelemedicina e Cardiologia. Sono oltre duecento le persone monitorate a distanza grazie all’informatizzazione dell’ambulatorio per i controlli dei pacemaker della Cardiologia dell’ospedale di Nottola.
Il monitoraggio remoto dei pacemaker è ormai una realtà in vari centri, ma il sistema adottato a Nottola è un’innovazione nello scenario attuale della telemedicina applicata al controllo dei "device", il primo ad essere utilizzato in Italia.
Si tratta di un database che collega il pacemaker, mediante predisposizione, dopo l’impianto, alle stazioni di ricezione del reparto e dell’ambulatorio di Cardiologia di Nottola, consentendo la raccolta e la trasmissione continua o programmata dei dati di funzionamento dal domicilio del paziente e durante i controlli ambulatoriali programmati.

Leggi tutto su www.uslsudest.toscana.it