Immunoematologia e Medicina Trasfusionale nell'Azienda USL7 di Siena
Le strutture trasfusionali operanti nel bacino d'utenza dell'Azienda USL 7 di Siena sono la Sezione Trasfusionale dell'Ospedale di Nottola - Montepulciano, la Sezione Trasfusionale dell'Ospedale di Campostaggia - Poggibonsi e l'Unità di Raccolta Fissa di sangue di Abbadia San Salvatore, che ha sede presso l'Ospedale Amiata Senese e dipende direttamente dalla Sezione Trasfusionale dell'Ospedale di Nottola.

Orario
Donazione di sangue: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8,00 alle ore 9,30.
Consulta gli orari per la Sez. Trasfusionale Valdichiana
Consulta gli orari per la Sez. Trasfusionale Valdelsa

L'Unità di Raccolta Fissa di sangue di Abbadia San Salvatore svolge le attività di raccolta del sangue dei donatori delle Associazioni Avis e Fratres della Zona.

Informazioni riguardanti il Donatore e la Donazione
L'Unità di Raccolta fissa di sangue svolge l'attività primaria consistente nella accoglienza, valutazione clinica della idoneità e prelievo per i donatori di sangue. Particolare attenzione è rivolta ai rapporti con le Associazioni di Volontariato, risorsa insostituibile per sostenere la raccolta di sangue ed emocomponenti. I rapporti con le Associazioni sono attivi attraverso la gestione del Comitato Ospealiero del "Buon Uso del Sangue", con incontri periodici con i Responsabili delle varie Associazioni e attraverso quotidiani rapporti con i singoli donatori.

La durata della donazione di sangue intero è di circa 8 min. come tempo di prelievo. Il sangue raccolto è inviato alla Sezione Emotrasfusionale di riferimento, dove viene centrifugato e separato negli emocomponenti (globuli rossi concentrati, plasma e concentrati piastrinici). La conservazione dei globuli rossi concentrati è di 42 giorni.

Valutazione Idoneità e controllo Donatori
La valutazione della idoneità dei donatori viene effettuata in conformità alla normativa di legge vigente in materia, con particolare attenzione alla selezione dei donatori in rapporto alla sicurezza degli emocomponenti, soprattutto sotto il profilo infettivologico. La valutazione clinica complessiva dei donatori assume un' importante valenza in tema di medicina preventiva ed è supportata da un profilo di esami emato-chimici al fine di evidenziare stati morbosi latenti sconosciuti al donatore: diabete, ipertensione, dislipidemie ed altri.

Ulteriori e più dettagliate informazioni sulle attività del settore possono essere acquisite contattando i relativi responsabili presso la Sezione Emotrasfusionale dell'Ospedale di Nottola.

Disposizioni del Centro Nazionale del Sangue su donazioni e virus Ebola