Il DPCM del 1 aprile 2008 ha sancito il passaggio delle funzioni sanitarie dal Ministero della Giustizia al Ministero della Salute pertanto il Servizio Sanitario Regionale (SSR) garantisce, alle persone detenute nelle carceri di tutta la regione al pari degli altri cittadini residenti in Toscana, i livelli essenziali di assistenza sanitaria (LEA) che includono la medicina di base, l'assistenza medica specialistica, l'assistenza farmaceutica, l'intervento sulle tossicodipendenze, la vigilanza sull’igiene pubblica e la prevenzione.

Il Servizio Sanitario Regionale opera in piena collaborazione con il Sistema Penitenziario e tutela che lo stesso garantisca degli idonei livelli di applicazione dei determinanti di salute fondati sui principi dei diritti civili e della funzione riabilitativa della restrizione della libertà.

L'Azienda USL 7 di Siena ha attivato allo scopo l'Unità Funzionale Provinciale "Salute in carcere", alla quale afferiscono il Presidio Sanitario Casa di Reclusione di San Gimignano e il Presidio Sanitario Casa Circondariale di Siena.

I Presidi Sanitari di San Gimignano e Siena garantiscono i percorsi diagnostico-terapeutici e assistenziali sia al loro interno sia attraverso la rete dei servizi territoriali e ospedalieri provinciali e regionali.

Per ciascuno Presidio Sanitario è stata redatta una Carta dei Servizi Sanitari per la popolazione detenuta, scaricabile di seguito in più lingue, per consentire ai detenuti la conoscenza dei servizi erogati e facilitarne la fruibilità.

L'Unità Funzionale svolge il ruolo di Coordinamento di Area Vasta Sud-est per la Salute in Carcere e fa parte dell'Osservatorio Regionale di Sanità Penitenziaria.