Stampa

Assistenza domiciliareL’Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) è il servizio di assistenza a domicilio per i casi complessi,
per i quali cioè è richiesto l'intervento di almeno due professionisti.

È rivolto alle persone non autosufficienti, anziani e non e ai disabili. Comprende, sulla base del piano personalizzato previsto per l'utente:

La tipologia di intervento sociale e/o sanitario si attiva automaticamente solo per alcune patologie.

Un percorso condiviso:
Gli operatori socio sanitari concordano assieme ad un familiare dell’utente il livello di assistenza necessaria per rispondere in modo adeguato al bisogno.

La persona può segnalare il proprio bisogno:

Come viene valutata la segnalazione del bisogno e con quali tempi:

Cure Palliative Domiciliari

Le cure palliative domiliari sono costituite da prestazioni professionali di tipo medico, infermiertistico, riabilitativo, psicologico e di assistenza farmaceutica a favore di persone che si trovano  nella fase avanzata di qualunque patologia ad andamento cronico ed evolutivo. Le cure palliative domiciliari garantiscono sia interventi di base (1° livello) coordinati dal medico di medicina generale, sia interventi specialistici (2° livello) coordinati dal medico palliativista che ne diventa il responsabile clinico. 
A garanzia della continuità assistenziale, il passaggio dal livelo di assistenza di base a quello più complesso è concordato con il medico di medicina generale che compila richiesta tracciabile. I due livelli di assistenza domiciliare sono collegati con l'assistenza residenziale in Hospice. 

Il medico di medicina generale coordina gli interventi di base, avvalendosi della consulenza specialistica del personale delle Cure Palliative, e assicura una comunicazione adeguata con la persona malata e i suoi familiari. Queste cure sono erogate da operatori sanitari con buona conoscenza di base delle cure palliative, secondo gli interventi programmati nel Piano di Assistenza Individuale (PAI).

L'Unità Funzionale di Cure Palliative coordina gli interventi rivolti a persone malate con bisogni complessi; queste cure richiedono un elevato livello di competenza e modalità di lavoro interdisciplinare. Il responsabile clinico è il medico palliativista. Sono garantiti la continuità assistenziale, interventi (definiti nel PAI) articolati e programmati sui sette giorni, pronta disponibilità sulle 24 h anche per fornire supporto alla famiglia e/o al care giver, il collegamento con il medico di medicina generale.