Stampa
Le prestazioni e gli interventi per la famiglia e i minori sono:

- INTERVENTI TEMPORANEI DI SOSTEGNO ECONOMICO: per superare una fase di disagio. Questi interventi sono erogati in base a un progetto individuale di assistenza definito dal servizio in accordo con l'utente, nei casi di reale stato di bisogno documentato e accertato e sulla base di quanto previsto dalla legge (DPCM 5 dicembre 2013 n. 159)

- SERVIZI DOMICILIARI E DI SUPPORTO ALLA VITA FAMILIARE E DI RELAZIONE:
- AFFIDAMENTO FAMILIARE: ossia l’accoglienza temporanea nella propria casa e nella propria vita di un bambino o di un adolescente la cui famiglia si trova temporaneamente in difficoltà; non prevede un cambiamento dello stato giuridico del minore e dei suoi genitori naturali

- ADOZIONE: che ha lo scopo di dare una famiglia ai minori che ne sono privi e sono stati dichiarati in stato di adottabilità dal Tribunale per i Minorenni. L'adozione comporta il cambiamento dello stato giuridico del minore che diventa a tutti gli effetti figlio legittimo della coppia adottante

- INTERVENTI DI TUTELA: secondo quanto stabilito dal Codice Civile i minorenni (senza figure genitoriali adeguate) e i maggiorenni non capaci di provvedere ai propri interessi sono supportati nei propri bisogni di cura e di gestione del patrimonio attraverso gli strumenti della Tutela, Curatela e dell'Amministrazione di sostegno.
Di fatto, si assiste oggi ad una notevole riduzione dei procedimenti per Interdizione ( art. 414 c.c.) e Inabilitazione (art. 415 c.c.) a favore del nuovo strumento dell'Amministrazione di sostegno (legge 9 gennaio 2004 n.6). La legge 6/2004 ha introdotto la figura dell’amministratore di sostegno, che assicura rappresentanza e tutela giuridica ai cittadini più fragili, come anziani e disabili.
Nella zona Amiata Val d'Orcia, il Servizio Sociale professionale fornisce informazione ed orientamento circa le procedure e le modalità per inoltrare al competente Tribunale Ordinario istanza per la nomina di tale figura. Nei casi previsti dalla normativa di riferimento, è il servizio sociale stesso a promuovere il procedimento per la nomina di un amministratore di sostegno.