Stampa
Categoria: Novità
logo USL7INFORMA

La dott.ssa Gloria Turi, dietista USL7, sarà presente in Toscana Fuori Expo, presso i Chiostri Umanitaria

L'Azienda USL7 di Siena, con la dott.ssa Gloria Turi dietista del Dipartimento di prevenzione, sarà presente giovedì 6 agosto, in Toscana Fuori Expo, presso i Chiostri Umanitaria, a Milano, con il tema “Pranzo sano fuori casa”, all’interno dell’iniziativa “La salute prima di tutto” che si svolge durante tutta la settimana occupandosi dei temi legati all'alimentazione e stili di vita.

“Pranzo sano fuori casa” è un progetto della Regione Toscana all’interno del progetto “Guadagnare salute”, a cui partecipano i dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie. Nello specifico, “Pranzo sano fuori casa” si propone di aiutare chi mangia fuori casa a scegliere un pasto bilanciato dal punto di vista nutrizionale e di qualità e con gusto. Insalata sì, ma con verdure di stagione, utilizzando ricette locali, insaporendo con sale iodato e olio extra vergine di oliva ed erbe aromatiche locali. Sono parte degli ingredienti contenuti delle linee guida dirette agli esercenti la ristorazione. Ad oggi in provincia di Siena sono 40 gli esercizi aderenti: 25 su Siena e 15 in provincia. Come riconoscerli? Facile: ogni esercizio riporta il marchio “Pranzo sano fuori casa”. Gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto, oltre alle loro consuete ricette gastronomiche, si impegnano a proporre ai propri clienti piatti preparati in modo semplice, seguendo la stagionalità di frutta e verdura e impiegando preferibilmente prodotti di qualità e di produzione locale.

Il metodo adottato dal dipartimento di prevenzione della USL7 di Siena per contattare gli esercenti, è quello diretto: il contatto degli operatori usl con i singoli esercenti, proponendo il progetto, l'assistenza e consulenza nutrizionale e, con l'adesione, si procede alla pubblicizzazione.

In Toscana almeno 600.000 persone consumano abitualmente il pranzo fuori casa. Il tempo a disposizione in genere è poco e si preferisce consumare un pasto veloce per poi rientrare a lavoro, spesso a scapito della qualità del cibo consumato e quindi della salute.

È possibile invece approfittare della pausa pranzo per adottare stili di vita salutari, senza però rinunciare al gusto.